222.007 di 250.000 firme

A tutti i leader europei, ai membri del Parlamento europeo e ai ministri del commercio, dell'ambiente e dell'agricoltura.

Petizione

Alla luce della ben documentato alto livello di deforestazione, delle violazioni dei diritti umani e del mancato rispetto degli impegni sul clima in Brasile, chiediamo a tutti i leader europei di interrompere l'accordo di libero scambio UE-Mercosur.

Perché è importante

L'incendio dell’amazzonia è fuori controllo - la foresta brucia per produrre carne a basso costo. Come cittadini europei, possiamo fare qualcosa per porre fine a tutto questo!

I disboscatori stanno lanciando un assalto al "polmone verde" del nostro pianeta. Stanno distruggendo i suoi vitali depositi di carbonio e le centinaia di migliaia di specie che la abitano. Tutto per favorire l'industria della carne. [1]

E l'Europa sta per gettare benzina sul fuoco! L'UE sta per firmare un "nuovo TTIP" [2] con Mercusor, il mercato comune dell'America del Sud, che include tra i Paesi membri Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay. Si tratta di un accordo per importare carne bovina a prezzi bassisimi, soia, legno e altri beni prodotti sulle ceneri della foresta Amazzonica.

L’accordo commerciale tra i paesi del Mercosur è il fiore all’occhiello del presidente brasiliano Bolsonaro. E sa che la posta in gioco è molto alta: l'UE è il secondo partner commerciale del Brasile. Mercosur ha negoziato l'accordo per più di 20 anni, e ora che hanno trovato un accordo si è pronti alla firma. Il neoliberista, adoratore del comercio, Bolsonaro è convinto che otterrà la firma dell''accordo a breve [3]. Con i negoziati ancora aperti, l'UE dispone di potenti mezzi per esercitare pressioni su Bolsonaro e salvare l'Amazzonia.

Dobbiamo mobilitarci immediatamente e a grandi numeri per dire ai nostri leader di fermare immediatamente i negoziati con il Mercosur. La battaglia vinta contro il TTIP dimostra che la pressione dell'opinione pubblica può fare molto per fermare accordi commerciali disastrosi. Ma dobbiamo agire in fretta, ogni giorno bruciano sempre più foreste!

L'accordo commerciale permetterebbe di spedire rapidamente in Europa i prodotti di base provenienti da questi Paesi, ingrassando i capitali delle grandi aziende di questi Paesi.

I politici che stanno dietro l'accordo affermano che al suo interno è incluso un "impegno ad affrontare la deforestazione" - ma oltre 600 scienziati, due organizzazioni indigene brasiliane e 340 gruppi della società civile stanno denunciando la sua pericolosità. [4] L'Europa deve affrontare Bolsonaro e i suoi amici industriali e far pagare loro il danno indicibile causato alla foresta pluviale. In soli 8 mesi del suo governo i danni all'ambiente sono stati incalcolabili.

La deforestazione non è l'unica ragione per cui dovremmo preoccuparci dell'accordo con il Mercusor. Con la sua approvazione l'Europa importerà molta più frutta e verdura trattata con pesticidi vietati. [5] Bolsonaro infatti ha allentato la regolamentazione e ha mantenuto un approccio lassista per favorire le mega-multinazionali: per questo aziende come Syngenta hanno adoperato in Brasile diversi prodotti chimici che in Europa sono vietati. Vengono spruzzati su quei prodotti agricoli che a breve potrebbero raggiungere gli scaffali dei nostri supermercati, a meno che non blocchiamo subito questo accordo.

La gente comune come noi può davvero fare la differenza nell'interrompere un trattato tra superpotenze mondiali? Certo che possiamo! Ricordate TTIP? Quando l'UE e gli Stati Uniti erano sul punto di firmare un accordo che avrebbe inondato l'Europa di carne agli ormoni e di prodotti OGM, persone come te si sono unite a un movimento di tre milioni di cittadini per fermarlo - e la pressione pubblica è riuscita a fermare l'accordo.

Ora possiamo respingere l’accordo UE-Brasile e il momento è quanto mai propizio: nel Parlamento europeo ci sono moltissimi eurodeputati ambientalisti appena eletti. Dobbiamo chiedere loro di opporsi al trattato: non siamo disposti a firmare accordi ai danni dell'Amazzonia e del Pianeta.'L'Italia, l'Irlanda e la Francia hanno già espresso pubblicamente dei dubbi [6], i governi olandese, austriaco e il parlamento della regione della Wallonia in Belgio hanno già votato contro l'accordo [7] - un’ondata di opposizione pubblica potrebbe ribaltare il tavolo dei negoziati e mettere tutta l'Europa contro questo pericoloso nuovo accordo commerciale. Aggiungi il tuo nome all'appello e fai sentire la tua voce per difendere il Pianeta!


** Il 28 Agosto 2019 abbiamo modificato il testo della petizione da "Chiediamo a tutti i leader europei di interrompere i negoziati con il presidente brasiliano Jair Bolsonaro sull'accordo commerciale del Mercosur, fino a quando la deforestazione e le violazioni dei diritti umani in Amazzonia saranno prese in seria considerazione" a "Considerata la deforestazione ben documentata , le violazioni dei diritti umani e il rifiuto di rispettare gli impegni climatici, chiediamo a tutti i leader europei di interrompere i negoziati per un accordo di libero scambio UE-Mercosur, in particolare con il presidente brasiliano Jair Bolsonaro. ", a quel punto 151.118 persone avevano firmato la versione originale . Il 4 agosto 2020 abbiamo adattato il testo della petizione agli sviluppi reali di quanto sopra, a quel punto 222.004 persone avevano firmato le due prime versioni. Dato che riteniamo che la riformulazione non abbia cambiato la richiesta del testo della petizione, riteniamo che queste firme vadano verso il numero che appare sopra. **


Fonti:

  1. https://edition.cnn.com/2019/08/23/americas/brazil-beef-amazon-rainforest-fire-intl/index.html;
    https://www.wired.com/story/humans-more-than-drought-are-fueling-the-amazons-flames/;
    https://www.nbcnews.com/news/world/climate-change-oxygen-biodiversity-amazon-rainforest-fires-leave-plenty-stake-n1045446

  2. TTIP fa riferimento al Trattato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti, un accordo commerciale di libero scambio tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti. Un movimento transatlantico di cittadini ha combattuto contro l'accordo per anni. Quando Donald Trump divenne presidente degli Stati Uniti, interruppe i negoziati. https://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_transatlantico_sul_commercio_e_gli_investimenti
    https://www.reuters.com/article/us-argentina-brazil-bolsonaro/brazils-bolsonaro-says-mercosur-will-soon-sign-eu-trade-deal-idUSKCN1T72BV
  3. http://s2bnetwork.org/letter-brasil-bolsonaro-eu-mercosur/
  4. https://www.independent.co.uk/environment/pesticides-brazil-jair-bolsonaro-amazon-deforestation-agribusiness-a8957261.html;
    https://www.theguardian.com/environment/2019/jun/12/hundreds-new-pesticides-approved-brazil-under-bolsonaro

  5. https://www.theguardian.com/environment/2019/aug/23/ireland-could-oppose-trade-deal-brazil-fails-stop-amazon-fires-leo-varadkar
  6. https://news.italianfood.net/2019/07/02/the-doubts-of-italy-on-the-eu-mercosur-agreement/
  7. https://www.veblen-institute.org/EU-Mercosur-trade-agreement-5-organisations-file-a-complaint-with-the-EU.html/

In partnership con:

Ti va di contribuire con una donazione?

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Le donazioni che ci arrivano dalla nostra comunità ci permettono di rimanere indipendenti e di creare campagne di grande impatto.

Ti va di donare qualche euro al mese per permettere a WeMove.EU di continuare a battersi per un'Europa e un mondo più verdi?

Altri modi per donare

E' possibile fare un versamento sul nostro conto:

WeMove Europe SCE mbH
IBAN: DE98 4306 0967 1177 7069 00
BIC: GENODEM1GLS, GLS Bank
Berlino, Germania

Fare un dono tramite
Per noi la trasparenza è fondamentale: è una questione di responsabilità nei confronti della nostra comunità. Per sapere come usiamo i tuoi doni leggi la nostra guida ”Come ci finanziamo”.

Le tue informazioni sono protette e saranno trattate in maniera sicura. Quando inserisci i tuoi dati sul nostro sito, WeMove.EU, accetti i nostri cookie come descritto nella nostra informativa sulla privacy.

Fase successiva - condividi

Grazie per aver firmato!

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio su Facebook e Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.

Conosci delle persone che potrebbero essere interessate a questa campagna? Manda una e-mail chiedendo anche a loro di firmare!

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui