34.286 di 50.000 firme

Il Primo Ministro Inglese Theresa May, il Governo Inglese, il Rappresentante europeo per le negoziazioni Brexit, Michel Barnier, e tutti i leader europei

Petizione

Vogliamo che a tutti i cittadini inglesi che vivono in un paese dell’UE e a tutti i cittadini Ue che vivono in Inghilterra vengano garantiti il diritto di residenza e di lavoro anche quando l’Inghilterra sarà definitivamente uscita dall’Ue.

È necessaria la creazione, il prima possibile, di un meccanismo di tutela costante, un patto che protegga i diritti di questi cittadini qualora le negoziazioni della Brexit dovessero collassare.

Perché è importante?

Dopo mesi e mesi di incertezze politiche e caos generalizzato, l’Inghilterra e i paesi Ue si ritrovano ad avviare il processo per definire i termini delle trattative che porteranno all'uscita dell’Inghilterra dall’UE. Ma da entrambe le parti non è arrivata finora nessuna garanzia in merito ai diritti dei milioni di cittadini - inglesi ed europei - che hanno una casa, una carriera, una vita in Inghilterra e in Europa.

Theresa May, appena eletta, è alla guida di un governo instabile e debole. I membri del suo stesso partito hanno opinioni differenti sulla Brexit e lei stessa sta rimettendo in discussione la sua posizione in merito alle trattative. Ne deriva un governo vulnerabile, sottomesso a tante spinte diverse. La nostra comunità può giocare un ruolo fondamentale per sollecitare sia lei che altri rappresentanti politici a smettere di giocare con le vite delle persone.

I diritti dei cittadini saranno il fulcro del dibattito. Entrambe le parti hanno detto che il tema è prioritario ma in realtà si è molto lontani da un accordo.

Il rischio che il diritto al lavoro e quello residenza subiscano alterazioni è alto. L’unità delle famiglie è in pericolo tanto quanto le pensioni dei più anziani, la garanzia all’assistenza sanitaria, il mantenimento dei pieni diritti dei lavoratori. Il fatto che queste possibili conseguenze possano diventare realtà significa che già ora, milioni di persone, in Inghilterra e in Europa, vivono con il timore di restare in un limbo giuridico.

Il fatto che queste possibili conseguenze possano diventare realtà significa che già ora milioni di persone, in Inghilterra e in Europa, vivono con il timore di restare in un limbo giuridico.

L’Ue ha dichiarato di voler risolvere la questione a breve, ma le posizioni del governo inglese e dell’Unione sembrano differire in modo importante. Al centro, in ogni caso, ci sono i cittadini, che meritano attenzione assoluta e cui va restituita quella serenità che diamo per scontata.

Da troppo tempo ormai la Brexit significa strategie astratte in mano a élite politiche. Le persone vengono trattate come problemi da risolvere. La nostra comunità resterà sempre dalla parte dei cittadini, specie in un momento in cui vengono messi nel dubbio e nella precarietà rispetto al futuro. È tempo di dare forza a chi non ha mai chiesto di essere messo in questa situazione.

Questa petizione è stata lanciata in partenariato con New Europeans:

Ti va di contribuire con una donazione?

La comunità di WeMove sta dalla parte di tutti coloro che vivono nell’incertezza a causa della Brexit. Per continuare a lavorare in modo indipendente scegliamo con molta attenzione da chi accettare denaro, ma campagne di impatto e di grande portata richiedono finanziamenti importanti, per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto.

Ti va di diventare sostenitore regolare e destinare a WeMove pochi euro a settimana per consentirci di fare pressione per ottenere accordi giusti e che diano proprietà ai cittadini, tra Inghilterra e Ue?

Fase successiva - condividi

Grazie per aver firmato!

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio su Facebook e Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui