122.844 di 150.000 firme

Alla Commissione Europea

Poniamo fine all’era delle gabbie

Centinaia di milioni di animali da allevamento dell'UE sono tenuti in gabbie per la maggior parte della loro vita, causando grandi sofferenze. Invitiamo la Commissione europea a porre fine a questo trattamento disumano per animali da allevamento.

Le gabbie infliggono ogni anno sofferenze a un numero enorme di animali da allevamento. Sono crudeli e superflue, in quanto i sistemi senza gabbie, che garantiscono una qualità della vita più alta, sono sostenibili. La Commissione è pertanto invitata a proporre una normativa che vieti l'uso di:

  • gabbie per galline ovaiole, conigli, pollastre, polli da ingrasso, allevamenti a strato di galline ovaiole, quaglie, anatre e oche;
  • stalle da parto per suini;
  • stalle individuali per suini, dove non già vietato
  • recinti individuali per vitelli, dove non già proibiti

Perché è importante?

Immaginate di essere imprigionati per settimane e di dover nutrire i vostri figli appena nati attraverso le sbarre di una gabbia. La maggior parte dei maiali nell'Unione europea deve sopportare una vita come questa, e una volta che vengono finalmente liberati dalle loro gabbie, vengono reinseminati e il ciclo in gabbia ricomincia tutto da capo. [1]

Solo in Europa, centinaia di milioni di animali trascorrono la maggior parte della loro intera vita, alcuni dalla nascita alla morte, in una gabbia.Le gabbie mantengono gli animali isolati o ben imballati in spazi ristretti. Nel peggiore dei casi, le gabbie sono a sbarre, offrono uno spazio minimo e impediscono anche un esercizio fisico moderato. [2] Proprio come me e te, anche gli altri animali si deprimono e si ammalano. Nessuno di noi potrebbe vivere in una gabbia senza sofferenze estreme.

Il modo in cui gli animali sono ingabbiati in Europa spesso non permette loro di interagire con gli altri, di socializzare correttamente - un bisogno fondamentale per loro, come lo è per noi umani. Inoltre, alcuni devono mantenere costantemente le stesse posture artificiali per potersi inserire nelle loro gabbie! I loro bisogni fondamentali come muoversi, socializzare o anche solo la possibilità di guardarsi attorno.

La legislazione UE stabilisce già che "'la libertà di movimento propria dell’ animale....non deve essere limitata in modo tale da causargli inutili sofferenze o lesioni.". [3] Si afferma inoltre che "quando un animale è continuamente o abitualmente legato, incatenato o trattenuto, deve essergli lasciato uno spazio appropriato, deve avere lo spazio adeguato..." [4] I sistemi di confinamento utilizzati nelle aziende agricole di tutta Europa violano questa legislazione europea, ma questi sistemi di gabbie continuano ad essere utilizzati regolarmente in molti Stati membri dell'UE.

Poiché questa campagna è un'iniziativa dei cittadini europei, dovrai inserire i tuoi dati in un processo in due fasi. L'iniziativa dei cittadini europei è come una petizione ufficiale dell'UE, quindi richiede più informazioni di quelle che normalmente ti chiediamo per firmare una petizione. Compila completamente il modulo ECI in modo che la tua firma venga conteggiata e verificata dal tuo governo nazionale.


Fonti:

  1. Fino al 2013, nella maggior parte dell'Unione Europea, le stalle per i suini potevano essere utilizzate per tutta la durata della loro gravidanza. Ora, la direttiva UE sui suini vieta l'uso di stalle per scrofe dopo le prime quattro settimane dall'inseminazione. Tuttavia, la gabbia per il parto è consentita e utilizzata regolarmente fino a 5 settimane di gravidanza in molti Stati membri dell'UE.
  2. Il confinamento estremo è ancora in uso nei sistemi di allevamento per molte specie - dai maiali costretti ad allattare i loro figli in gabbie, ai conigli e quaglie che vivono tutta la vita in gabbia, e le anatre e le oche costrette all'alimentazione forzata per produrre foie gras. https://www.ciwf.org.uk/media/7434596/end-the-cage-age-why-the-eu-must-stop-caging-farm-animals.pdf
  3. "Direttiva 98/58/CE del Consiglio, del 20 luglio 1998, riguardante la protezione degli animali negli allevamenti" https://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:31998L0058:IT:HTML.
  4. "Convenzione europea sulla protezione degli animali negli allevamenti" https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19760045/200804160000/0.454.pdf

Aggiungi alcuni dettagli per convalidare la firma dell'ICE

L'iniziativa dei cittadini europei (ICE) è uno strumento giuridico che, in caso di successo, obbliga la Commissione europea ad ascoltare le richieste dei cittadini in una procedura formale.

Per questo motivo ci sono anche alcune regole che devono essere seguite al momento della firma. I campi informativi richiesti non sono stabiliti da WeMove.EU, ma sono determinati dallo stato membro per il quale state firmando l'ICE. Le informazioni aggiuntive che ti vengono richieste sono un requisito legale perché la tua firma sia considerata valida.

Basta animali in gabbia!

Centinaia di milioni di animali da allevamento dell'UE sono tenuti in gabbie per la maggior parte della loro vita, causando grandi sofferenze. Chiediamo alla Commissione europea di porre fine a questo trattamento disumano degli animali da allevamento.

Le gabbie infliggono ogni anno sofferenze a un numero enorme di animali da allevamento. Sono crudeli e superflui, in quanto i sistemi senza gabbie a più alto livello di benessere sono fattibili. La Commissione è pertanto invitata a proporre una normativa che ne vieti l'uso e in particolare vieti l'uso di:

  • gabbie per galline ovaiole, conigli, pollastre, polli da ingrasso, allevamenti a strato di galline ovaiole, quaglie, anatre e oche;
  • stalle da parto per le scrofe;
  • stalle individuali per scrofe, dove non già vietato
  • recinti individuali per vitelli, dove non già proibiti

Le vostre informazioni sono prima di tutto criptate (in modo che nessuno possa accedervi) e sono memorizzate temporaneamente su un server sicuro. Alla fine della campagna, le firme vengono poi consegnate ai funzionari del vostro paese che verificheranno ufficialmente le firme.

Per WeMove è legalmente proibito conservare o utilizzare le informazioni aggiuntive che ci fornite per qualsiasi scopo diverso da quello relativo all'Iniziativa dei cittadini europei per cui sono state fornite. Una volta terminata l'ICE, gli organizzatori dell'ICE cancelleranno tutte le informazioni supplementari fornite ai fini di questa ICE. La capacità degli organizzatori di svolgere questi compiti in modo sicuro è stata certificata conformemente ai requisiti dell'Unione europea.

Si applicano tutte le normali norme sulla protezione dei dati.

Un'iniziativa dei cittadini europei è un metodo speciale che i comuni cittadini europei come noi possono usare per chiedere alla Commissione europea di verificare se ci debba essere un cambiamento del diritto in Europa. È diverso da una petizione regolare perché questo strumento obbliga giuridicamente la Commissione europea a considerare e indagare le nostre richieste in quanto cittadini. Ci conferisce quindi un maggiore potere negoziale.

Per essere considerata riuscita, un'iniziativa dei cittadini europei deve raggiungere oltre 1 milione di firme valide in tutta l'Unione europea. Inoltre, un numero minimo di firme deve essere raggiunto in almeno sette Stati membri.

Le ICE possono riguardare solo un argomento o una policy su cui la Commissione europea ha il potere di legiferare.

Per sostenere un'iniziativa dei cittadini europei, devi essere cittadino dell'UE (cittadino di uno Stato membro dell'UE) e avere l'età sufficiente per votare alle elezioni del Parlamento europeo (18 anni, tranne che in Grecia, dove l'età di voto è di 17 anni, e ad eccezione di Austria e Malta, dove l'età di voto è di 16 anni).

Per avere maggiori informazioni visita il sito dell’ ICE presso la Commissione europea.

Immaginate di essere imprigionati per settimane e di dover nutrire i vostri figli appena nati attraverso le sbarre di una gabbia. La maggior parte dei maiali nell'Unione europea deve sopportare una vita come questa, e una volta che vengono finalmente liberati, vengono reinseminati e il ciclo in gabbia ricomincia tutto da capo. [1]

Solo in Europa, centinaia di milioni di animali trascorrono la maggior parte della loro intera vita, alcuni dalla nascita alla morte, in una gabbia.Le gabbie mantengono gli animali isolati o ben imballati in spazi ristretti. Nel peggiore dei casi, le gabbie sono sterili, offrono uno spazio minimo e impediscono anche un esercizio fisico moderato. [2] Proprio come me e te, anche gli altri animali si deprimono e si ammalano. Nessuno di noi potrebbe vivere in una gabbia senza sofferenze estreme.

Il modo in cui gli animali sono ingabbiati in Europa spesso non permette loro di interagire con gli altri, di socializzare correttamente - un bisogno fondamentale per loro, come lo è per noi umani. Inoltre, alcuni devono mantenere costantemente le stesse posture artificiali per potersi inserire nelle loro gabbie! I loro bisogni fondamentali come muoversi, socializzare o anche solo la possibilità di guardarsi attorno sono negati.

La legislazione UE stabilisce già che "la libertà di movimento di un animale....non deve essere limitata e causare sofferenze inutili". [3] Si afferma inoltre che "quando un animale è continuamente o regolarmente confinato, deve avere uno spazio adeguato....". [4] I sistemi di confinamento utilizzati nelle aziende agricole di tutta Europa violano questa legislazione europea, infatti questi sistemi di gabbie continuano ad essere utilizzati regolarmente in molti Stati membri dell'UE.


Fonti:

  1. Fino al 2013, nella maggior parte dell'Unione Europea, le stalle per i suini potevano essere utilizzate per tutta la durata della loro gravidanza. Ora, la direttiva UE sui suini vieta l'uso di stalle per scrofe dopo le prime quattro settimane dall'inseminazione. Tuttavia, la gabbia per il parto è consentita e utilizzata regolarmente fino a 5 settimane di gravidanza in molti Stati membri dell'UE.
  2. Il confinamento estremo è ancora in uso nei sistemi di allevamento per molte specie - dai maiali costretti ad allattare i loro figli in gabbie, ai conigli e quaglie che vivono tutta la vita in gabbia, e le anatre e le oche costrette all'alimentazione forzata per produrre foie gras. https://www.ciwf.org.uk/media/7434596/end-the-cage-age-why-the-eu-must-stop-caging-farm-animals.pdf
  3. "Direttiva 98/58/CE del Consiglio, del 20 luglio 1998, riguardante la protezione degli animali negli allevamenti" https://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:31998L0058:IT:HTML.
  4. "Convenzione europea sulla protezione degli animali negli allevamenti" https://www.coe.int/it/web/conventions/full-list/-/conventions/treaty/087

Ti va di contribuire con una donazione?

La comunità WeMove è stata in prima linea nella spinta per un'agricoltura sostenibile in Europa. Ci sono molte cose sbagliate nel modo in cui il nostro sistema di allevamento è attualmente gestito, e le gabbie in agricoltura è solo una di queste cose. Insieme abbiamo già intrapreso azioni per chiedere la fine della produzione industriale di carne che porta alla sofferenza degli animali, alla monocoltura e all'uso massiccio di pesticidi nei nostri allevamenti.

Per essere pronti a mobilitarci e fare pressione quando e dove è più necessario, abbiamo bisogno della stabilità e della flessibilità che solo piccole donazioni regolari da parte dei membri della comunità WeMove come te possono fornire.

Puoi metterci qualche euro ogni mese per aiutarci nella lotta che stiamo conducendo per un cibo sano e un’agricoltura sostenibile?

A sow in a farrowing crate

Altri modi per donare

E' possibile fare un versamento sul nostro conto:

WeMove Europe SCE mbH
IBAN: DE98 4306 0967 1177 7069 00
BIC: GENODEM1GLS, GLS Bank
Berlino, Germania

Fare un dono tramite
Per noi la trasparenza è fondamentale: è una questione di responsabilità nei confronti della nostra comunità. Per sapere come usiamo i tuoi doni leggi la nostra guida ”Come ci finanziamo”.

Le tue informazioni sono protette e saranno trattate in maniera sicura. Quando inserisci i tuoi dati sul nostro sito, WeMove.EU, accetti i nostri cookie come descritto nella nostra informativa sulla privacy.

Fase successiva - condividi

Grazie per aver agito contro le gabbie disumane nei nostri allevamenti e per aver firmato l'ECI!

Conosci qualcuno che è interessato a questa campagna? Aiutaci a raggiungere il 1.000.000 di firme richieste e a diffondere la voce!

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui