164.901 di 200.000 firme

al Primo Ministro della Bulgaria Borisov e al Commissario Vella

Guarda il video e poi clicca su "Avanti" o "Invia" sulla destra per mandarlo ai decisori chiave!

Petizione

Ci appelliamo a voi per garantire il rispetto delle norme europee sulla protezione della natura e per salvare dalla distruzione la valle incontaminata della gola di Kresna.

Chiediamo, in particolare, che la Commissione europea rifiuti di liberare fondi di qualsiasi tipo ed entità per la costruzione di un’imponente autostrada che attraverserebbe il prezioso sito Natura 2000 protetto delle leggi europee e bulgare. Chiediamo che la Commissione garantisca il divieto di circolazione nella gola, ad eccezione di quello strettamente locale, e che l’autostrada sia costruita al di fuori della zona.

Perché è importante?

La valle fluviale, la più ricca riserva naturale della Bulgaria, sarà oggetto di una gara di appalto fra qualche settimana. A contendersi i diritti saranno i costruttori stradali, che non desiderano altro che inondare la valle di cemento e realizzare un’autostrada transeuropea. [1] Grossi macchinari da costruzione e l’asfalto bollente distruggeranno l’habitat di centinaia di specie rare europee.

Nonostante esistano alternative ragionevoli alla costruzione dell’autostrada, il Governo bulgaro mantiene la propria posizione su questo distruttivo progetto. [2] La Bulgaria ha già infranto molte norme europee per la tutela della natura, ma la Commissione europea non ha fatto altro che imporre delle condizioni che non sono state attuate adeguatamente e non hanno dato alcun risultato. [3] La gola di Kresna è una riserva naturale protetta ed è dovere della Commissione proteggere questa preziosa perla naturale.

Sono oltre vent’anni che la popolazione locale protesta per proteggere la gola di Kresna, ma nemmeno le petizioni e le denunce alla Commissione sono riuscite a frenare la costruzione dell’autostrada Struma, che attraverserà la zona. Quando la battaglia si fa troppo dura per gli abitanti del posto, entriamo in gioco tutti noi cittadini europei. Se dall’Europa si leverà un grido pubblico e massiccio, potremo convincere la Commissione ad avviare una procedura di infrazione e adottare misure forti contro i costruttori stradali prima che devastino l'habitat di orsi, lupi, farfalle e pipistrelli.

Questa stretta e lunga vallata è la dimora di specie protette di serpenti, tartarughe terrestri e aquile reali, oltre a rappresentare un tratto fondamentale nel percorso migratorio di orsi e lupi. Questo spettacolare rifugio naturale della Bulgaria sud occidentale ospita, inoltre, più del doppio delle specie di farfalle presenti in tutto il Regno Unito.

Nell’ottobre 2017, però, il Governo bulgaro ha deciso di voler scavare la gola di Kresna per un tratto di 16 chilometri per realizzare una strada che colleghi Amburgo con Sofia e Salonicco.Se da un lato tutte le parti interessate – l’Ue, il governo bulgaro e la popolazione locale – concordano sulla creazione di questo anello mancante, il governo si ostina a voler seguire la strada dell’attraversamento della gola contro la protesta degli abitanti del posto e degli ambientalisti. Secondo questi ultimi, infatti, esiste una soluzione alternativa che farebbe passare la strada ad est della valle.

Anni fa la Bulgaria ha ricevuto fondi europei per la costituzione della riserva naturale protetta della Gola di Kresna. E adesso ne chiede ancora per distruggerlo? Nel corso delle prossime settimane la Commissione europea dovrebbe liberare l’ultima tranche dei fondi già approvati. Chiediamo alla Commissione di attenersi alle condizioni stipulate e di congelare i sussidi se c’è il rischio di una devastazione della natura.

Riferimenti

[1] Il testo originale è in bulgaro. Il nostro partner Za Zemiata ci ha offerto un riassunto dei contenuti: http://www.mrrb.government.bg/bg/hemus-i-struma-ste-budat-prioritet-na-mrrb-i-prez-2018-g/

[2] http://www.foeeurope.org/sites/default/files/biodiversity/2017/save_kresna_gorge_briefing.pdf

[3] 2008 EIA/ AA decision 1-1/2008 of the Ministry of Environment and Water

In partenariato con:

Mail al Primo Ministro della Bulgaria Borisov e al Commissario Vella

Invia direttamente un'e-mail al Primo Ministro della Repubblica della Bulgaria Boyko Borisov, e al, Commissario per l'Ambiente Karmenu Vella, dimostra ai politici europei quanto sia importante per te tutelare la natura nella gola di Kresna.

Compila il modulo, e aggiungi un messaggio personale nella riga dell'oggetto. Poi invieremo l'e-mail a tuo nome. Il modulo è contiene un messaggio standard che puoi inviare direttamente, ma se hai tempo modificalo a tuo piacimento.

I destinatari faranno molta più attenzione a un tuo commento unico e personale, piuttosto che a una valanga di e-mail tutte identiche.

A:

Karmenu Vella, Commissario europeo per l'ambiente, gli affari marittimi e la pesca

Bojko Borisov, Primo Ministro della Bulgaria

You're sending this email as Non sei tu? Clicca qui

Recipients will receive your name, email address and address. Cliccando su “firma” sostieni questa campagna e acconsenti al trattamento dei tuoi dati da parte di WeMove.EU ai fini della campagna stessa e riceverai un’e-mail per confermare che desideri ricevere informazioni sulle nostre campagne sulla posta elettronica. Quando consegnamo le petizioni firmate al destinatario, condividiamo solo il tuo nome e il paese da cui provieni. Alla fine della campagna cancelliamo i tuoi dati a meno che non ti registri per la ricezione di aggiornamenti personalizzati. Non trasferiamo, in nessun caso, i tuoi dati a terzi senza la tua autorizzazione. Qui puoi consultare tutti i termini della nostra politica sulla privacy.

Ti va di contribuire con una donazione?

Produrre un video, ingaggiare un artista di strada che compone opere in 3D a Sofia e organizzare la prossima protesta a Bruxelles nelle prossime settimane costa circa 15.000 euro. Noi siamo certi che questa protesta consentirà alle nostre istanze di raggiungere direttamente i politici responsabili delle decisioni che dovranno cambiare idea. Se solo 1.000 di noi doneranno 15 euro, il messaggio verrà consegnato e contribuiremo a proteggere uno degli ultimi rifugi per molte specie protette. Se solo 100 di noi doneranno regolarmente, potremo continuare a portare avanti questa importante battaglia.

Qualche euro al mese può aiutarci a salvare questi animali, questa meraviglia della natura. La nostra comunità, grazie al tuo aiuto, potrà continuare a fare campagne su questioni cruciali per il nostro ambiente in Europa!

Fase successiva - condividi

Grazie per la vostra azione!

Conoscete qualcuno che si sentirebbe fortemente a favore di questa campagna? Inviate loro un'e-mail chiedendogli di firmare la petizione!

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui