118.777 di 150.000 firme

Conservatives, FDP , Groehe, Altmaier, Jamaika parties, Kloeckner, Lambsdorff, Laschet, Lindner, Scheuer, Solms, Spahn i Tauber

Petizione:

Vi chiediamo di passare urgentemente all’azione e porre fine all’utilizzo del carbone nella produzione di energia. Vogliamo che mettiate in atto azioni concrete, tangibili per andare oltre l’era del carbone e che la transizione a fonti di energia pulita venga fatta con attenzione e riguardo verso le persone e le regioni coinvolte.

Perché è importante:

In Europa e nel mondo ci troviamo di fronte a due crisi: quella della salute e quella del clima. Una delle principali cause di queste crisi è proprio la combustione del carbone.

C’è bisogno, con urgenza, di orientare il nostro sistema energetico verso fonti rinnovabili pulite e verso l'efficienza energetica. Ora è in corso di preparazione una nuova legge europea per riformare il nostro mercato dell'energia: questa legge potrebbe essere il cambiamento di cui abbiamo bisogno. Ma c'è un problema, ed è grosso. Questa legislazione, invece di gettare le basi per una rivoluzione dell'energia pulita, potrebbe finire per concedere denaro pubblico a chi inquina. Di nuovo.

L'attuale proposta di nuovo regolamento dell'UE consente ancora di sovvenzionare il carbone in nome dei cosiddetti “meccanismi di remunerazione della capacità”. L'industria del carbone e alcuni decisori europei vogliono che questi meccanismi permettano agli Stati membri di sovvenzionare il carbone con il denaro dei nostri contribuenti e, sostanzialmente, di pagare le centrali elettriche per rimanere in stand by ed essere pronte a produrre elettricità sporca. [1]

Immagina: le centrali a carbone stanno guadagnando denaro per l'energia che producono, anche se danneggiano la nostra salute e l'ambiente. E, inoltre, possono ottenere sovvenzioni aggiuntive solo per il fatto di essere disponibili! Si tratta, indubbiamente, di un buon affare per loro: per molti impianti a carbone questo è in realtà l'unico modo per rimanere competitivi in un mercato già pieno di energia rinnovabile pulita e a basso costo.

Ma abbiamo ancora la possibilità di agire per impedire ai responsabili politici europei di concedere all'industria del carbone, ormai sporca e obsoleta, un ennesimo salvagente .

Prima di diventare legge, la proposta deve attraversare una fase cruciale: i negoziati tra la Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio dell'UE. Alcuni paesi stanno lottando duramente per mantenere in vita le loro industrie a carbone inquinanti, ma sono in molti coloro che sono dalla parte di un futuro fatto di energia pulita. E l'industria del carbone è disperata: sanno che senza sovvenzioni pubbliche il loro tempo è finito! Non potranno più inquinare la nostra aria. Per questo stanno investendo tutto quello che hanno a disposizione nella lobby dei decisori politici.

Per questo motivo dobbiamo mobilitarci. In questa prima fase cruciale dei negoziati sul futuro del mercato europeo dell'energia, la nostra voce - quella dei cittadini dell'UE - deve essere sentita più forte di quella dei lobbisti del carbone.

Chiediamo al Parlamento Europeo, al Consiglio dell'UE e alla Commissione Europea di impegnarsi a bloccare le sovvenzioni dannose al carbone e l'uso improprio del nostro denaro pubblico, e di porre immediatamente fine all'uso dei meccanismi di remunerazione della capacità per sostenere le centrali a carbone.

L'erogazione di sovvenzioni alle imprese di carbone prolungherà la vita di queste industrie sporche, non flessibili e inaffidabili, in un momento storico in cui abbiamo bisogno di soluzioni energetiche più dinamiche e moderne. Questo denaro potrebbe aiutare l'Europa e le sue regioni a sviluppare energia verde e pulita, modernizzare le reti elettriche per renderle più efficienti, investire in batterie innovative e, infine, permettere ai cittadini dell'UE di diventare attori a pieno titolo sul mercato dell'energia. Non possiamo permettere che l’Ue paghi ancora per il carbone!

La comunità WeMove sta unendo le sue forze con gruppi della società civile di tutta Europa per contribuire a sanare i danni sociali, sanitari, ambientali ed economici del carbone e il suo impatto negativo sui diritti umani. Chiediamo che l'Europa esca dal carbone.

Cosa significa? Basta sovvenzioni pubbliche per il carbone. Per sempre. Il denaro dei nostri contribuenti deve andare alle regioni per aiutarle ad andare nella direzione di un futuro più pulito e sostenibile, non alle industrie di combustibili fossili per continuare la loro attività inquinante, come è stato finora.

Riferimenti

[1] Ad esempio, in Polonia è stato recentemente deciso che fino al 2030 si potrebbero distribuire circa 15 miliardi di euro alle società di servizi energetici. In assenza di norme comunitarie solide in materia di meccanismi di remunerazione della capacità, la maggior parte di questa somma potrebbe finire nelle centrali a carbone.

(Fonte: in polacco): https://www.documents.clientearth.org/wp-content/uploads/library/2017-12-12-ocena-ustawy-o-rynku-mocy-ce-pl.pdf

Più informazioni:

Documento sulla posizione di CAN Europe sui meccanismi di remunerazione della capacità:

http://www.caneurope.org/docman/coal-phase-out/3051-can-europe-position-on-capacity-mechanisms/file

CAN Europe PR sulla posizione del Parlamento europeo:

http://www.caneurope.org/publications/press-releases/1548-meps-take-a-step-towards-fixing-electricity-market-rules

Per gli impatti sulla salute delle centrali a carbone:

http://www.beyond-coal.eu

[2] Greenpeace: http://www.greenpeace.org/international/en/press/releases/2017/23-countries-and-states-to-phase-out-coal-as-US432-billion-of-capital-leaves-the-industry/

[3] Europe Beyond Coal: https://beyond-coal.eu/

In partenariato con Europe Beyond Coal:

Ti va di contribuire con una donazione?

L’Europa deve essere una zona senza carbone. Ma per mettere in salvo altre vite e il futuro del clima in tempo dobbiamo fare pressione ora su chi prenderà le decisioni finali. Ecco perché ci siamo uniti insieme a tutti i nostri partners per dare vita a una battaglia di largo respiro per uscire dal carbone.

Una campagna per essere efficace deve ricevere finanziamenti e per poter agire quando ce n’è bisogno e a fare pressioni dove è necessario, dobbiamo poter contare su una base solida e flessibile che si crea grazie alle piccole donazioni che riceviamo dai membri della nostra comunità, di cui tu sei parte.

Ti va di fare una piccola donazione per combattere l’uso del carbone?

Fase successiva - condividi

Grazie per aver firmato la nostra campagna contro l'uso del carbone!

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio su Facebook e Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui