142.082 di 175.000 firme

Karl-Johan Persson, amministratore delegato e Presidente di H&M

Petizione

In quanto vostri attuali e potenziali clienti vi chiediamo di garantire ai vostri lavoratori un salario minimo di sussistenza e di creare condizioni lavorative rispettose delle persone che lavorano nella catena di produzione di H&M. Bisogna agire ora! Un atto di questo genere migliorerebbe le vite di centinaia di migliaia di persone che ogni giorno producono i nostri abiti.

Perché è importante?

Cinque anni fa H&M si è impegnata pubblicamente a pagare un salario di sussistenza ai suoi lavoratori entro il 2018. [1] Il tempo sta per scadere e le persone stanno ancora vivendo con uno stipendio che è lontano dall'essere sufficiente ai loro bisogni.

In assenza di un salario di sussistenza gli operai sono costretti a lavorare un eccessivo numero di ore o svolgere più lavori contemporaneamente per poter sbarcare il lunario. [2] Alcuni potrebbero essere costretti a mandare i figli al lavoro piuttosto che a scuola. Centinaia di migliaia di lavoratori nelle catene di produzione di H&M continuano a guadagnare salari pietosi e a lavorare in condizioni precarie.[3]

Molti di noi sono clienti, acquistano o hanno acquistato capi di questo marchio: se saremo in tanti a far sentire la nostra voce per ricordare all'azienda le condizioni in cui versano i lavoratori, non potranno ignorare le nostre richieste. Insieme, possiamo fare in modo che H&M inizi a preoccuparsi seriamente della sua reputazione - e dei suoi profitti - e prenda provvedimenti per cambiare la situazione.

H&M è un grande marchio di moda e in quanto tale ha a cuore l’opinione dei suoi clienti e come questi percepiscono l’azienda: noi possiamo mostrare loro a che punto la questione di un salario di sussistenza per coloro che producono i nostri abiti è importante.

Foto: © Martin De Wals Will Baxter

Riferimenti

[1] “Fair Living Wage – sustainability/our commitments/choose ad reward responsible partners/fair living wage” Documento ottenuto e consultato da WeMove. https://www.racked.com/2018/2/27/17016704/living-wage-clothing-factories

[2] https://www.racked.com/2018/2/27/17016704/living-wage-clothing-factories

[3]https://www.isealalliance.org/sites/default/files/resource/2017-12/Dhaka_Living_Wage_Benchmark_Infographic.pdf https://quartzy.qz.com/1145845/a-watchdog-group-suggests-hms-promise-to-pay-workers-better-was-a-publicity-stunt/ https://cleanclothes.org/livingwage/wages-in-bangladesh https://cleanclothes.org/news/2018/04/12/h-m-is-trying-to-cover-up-its-unfulfilled-commitment-on-living-wage

In partenariato con:

Ti va di contribuire con una donazione?

La comunità di WeMove è una comunità di persone è pronta a intervenire per tutelare il diritto ad un lavoro dignitoso e alla salute delle persone in Europa e ovunque nel mondo. Vogliamo rimanere indipendenti e quindi non accetteremo mai denaro che provenga da multinazionali o da organi governativi. Tuttavia, campagne ben strutturate ed efficaci necessitano di un finanziamento minimo, quindi abbiamo bisogno di te!

Ti va di donare pochi euro a settimana per aiutare la nostra comunità e permetterci di continuare a lavorare per chiedere alle aziende europee standard di produzione giusti nel settore tessile?

Fase successiva - condividi

Grazie per aver firmato e per essere al nostro fianco con per un salario degno per chi lavora nella catena di produzione di H&M.

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio su Facebook e Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.

Stai firmando come Non sei tu? Clicca qui