101.899 di 200.000 firme

Ai ministri della Finanza della UE

Petizione

Tramite trucchetti fiscali le multinazionali aggirano il pagamento di imposte su incassi milionari. Vogliamo che si ristabilisca un’equità fiscale per il bene comune. La Commissione europea sta ora proponendo di chiudere le prime scappatoie finanziarie.

È vostro compito garantire:

• Che le imprese paghino le tasse sui profitti guadagnati. Non dovranno più essere in grado di trasferire i loro profitti verso ignoti paradisi fiscali.

• Che la deducibilità dei costi si basi su precise regole fiscali condivise.

• Che in tutta l’UE sussistano rate minime uguali sulle tassazioni dei profitti.

• Che le nuove regole contrastino con fermezza ogni nuova forma di evasione fiscale.

Gli Stati membri dovranno concordare su una regolamentazione comune. In questo modo l’UE diventerà pioniera nell’ambito della lotta globale all’evasione fiscale.

Perché è importante?

Le multinazionali hanno finora usato ogni espediente possibile per evadere le tasse. Ma questa situazione deve finire.

La Commissione europea ha mosso un primo passo per fare in modo che multinazionali gigantesche come Amazon o Facebook operino secondo regole fiscali comuni in tutta Europa, e cessino di sfruttare le differenze di regime di tassazione da nazione a nazione.

C’è però un ostacolo. Paesi come l’Irlanda, l’Olanda e il Lussemburgo, che aiutano le aziende a schivare certi oneri fiscali, potrebbero bloccare la proposta, a meno che paesi come la Germania o la Francia non facciano sentire la loro voce adesso. Purtroppo finora queste due nazioni sono rimaste in silenzio. Dobbiamo convincerle a parlare chiaro, a prendere una posizione.

Perché la petizione abbia successo servono le firme di 100.000 cittadini UE determinati a far sapere ai ministri della Finanza europei quanto urgente sia bloccare l’evasione fiscale praticata da certi colossi imprenditoriali. Porteremo le voci di migliaia di persone a Parigi e Berlino, proprio davanti all’uscio degli uffici dei ministri delle Finanze.

Riferimenti

[1] I fondi pubblici degli Stati europei evitano da 50 a 70 miliardi di euro all’anno in tassazione attraverso l’evasione fiscale.

[2] Amazon ha pagato nel 2014 solo 12,2 milioni di euro in tasse a monte di un fatturato pari a ben 9 miliardi di euro.

[3] Facebook ha pagato in tasse 4.000 pounds nel Regno Unito.

[4] Vodafone ha venduto Verizon e non ha pagato le tasse in Europa sui proventi della vendita di 100 miliardi di euro.

[5] Il Gruppo Apple ha incassato 16 miliardi di profitto e ha trasferito il profitto in Irlanda e alle Bermuda. La tassa ammonta a 50 milioni di euro secondo il regime irlandese.

[6] Le spese destinate alla ricerca e allo sviluppo possono essere dedotte dal profitto, oltre ai costi effettivi, con un massimo del 50% della spesa. Le start-up hanno il permesso di detrarre un altro 100% della spesa per la ricerca dalle tasse. https://ec.europa.eu/futurium/en/system/files/ged/28-taxud-study_on_rnd_tax_incentives_-_2014.pdf

Fase successiva - condividi

Grazie per aver firmato!

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio su Facebook e Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.