274.341 di 500.000 firme

Alla Commissione Europea, al Commissario per la Sicurezza Alimentare Vytenis Andriukaitis, e ai responsabili Ministri degli Stati membri

Petizione

Non vogliamo erbicida nei nostro corpi! Negate la richiesta di rinnovo di glifosato, un veleno spesso usato in erbicidi come in quello di Monsanto, RoundUp. É stato classificato da esperti indipendenti dell'OMS come probabile sostanza cancerogena. Non vogliamo che questo veleno chimico sia minimamente vicino ai nostri parchi, alle nostre case, e al nostro cibo.

Perché è importante?

Sapevi che un prodotto chimico e potenzialmente cancerogeno potrebbe essere presente nel tuo corpo? [1] Alcuni scienziati ne hanno trovato le tracce in quasi uno su ogni due campioni di urine analizzate. [2] Questo perché probabilmente tale prodotto viene spruzzato sul nostro cibo.

Questo lunedì 6 giugno l'UE voterà di nuovo se estendere o meno la concessione all’utilizzo di questa sostanza tossica. I produttori di pesticidi come Monsanto stanno facendo pressione per proteggere i propri interessi. Avendo i portafogli gonfi, hanno finanziato degli ‘studi’ ed opinioni ‘esperte’ per dimostrare che questi prodotti sono sicuri. E peggio ancora, l’Italia è uno dei maggiori utilizzatori di questo pesticida. [3]

Lunedì mostreremo alla Commissione europea ciò che la loro decisione comporterebbe per l’Europa: erba bruciata, foglie marroni, animali morti, persone ammalate. Ogni singolo politico che prenderà parte alla riunione dovrà votare solo dopo aver visto in prima persona la morte e la distruzione che causerebbe.

Firma ora per fermare il glifosato una volta per tutte

[1] Questa sostanza si chiama il Glifosato, e il suo utilizzo nei pesticidi è molto diffuso.

[2] https://www.foeeurope.org/weed-killer-glyphosate-found-human-urine-across-Europe-130613

3] http://www.legambiente.it/contenuti/comunicati/stopglifosato

In partneriato con:

Fase successiva - condividi

Grazie per aver preso azione contro il glifosato.

Hai quasi finito, a breve riceverai un messaggio di ringraziamento tramite posta elettronica il quale ti chiederà di confermare il tuo indirizzo mail.

Fai in modo di accrescere l'impatto della tua azione e condividi il messaggio tramite email, Facebook o Twitter e invita anche i tuoi amici a firmare.